Diversity day: verso un futuro più sensibile

Il 5 giugno, presso l’Università Bocconi si è tenuto il Diversity Day, appuntamento organizzato dal portale Jobmetoo in collaborazione con Value People e dedicato all’inserimento lavorativo di persone con disabilità, appartenenti a categorie protette.

Diversity day

Negli spazi attrezzati, insieme a BES, hanno dialogato molte realtà aziendali e singoli professionisti, questi ultimi presentando il proprio CV e la propria candidatura.

Alla presenza del Prof. Elio Borgonovi (delegato del Rettore dell’Università Bocconi), e di Daniele Regolo (Presidente di Jobmetoo e ideatore del Diversity Day), durante la mattinata è avvenuta la premiazione delle aziende, tra le quali Capgemini, che si sono distinte in misura maggiore nella promozione dell’inclusione lavorativa in Italia.

L’obiettivo del Diversity Day è offrire un’occasione speciale di incontro tra domanda e offerta lavorativa per le persone con diversa abilità ed è testimonianza di una particolare sensibilità del mercato alla questione.

I temi trattati al Diversity day sono molto delicati e necessitano di luci speciali, perché l’inclusione lavorativa dei disabili in Italia è un traguardo ancora lontano da raggiungere

Gli interventi sottolineano come un cambiamento culturale, realizzabile grazie al contributo delle istituzioni ma soprattutto delle aziende pubbliche e private possa dar vita a un futuro nel quale non sia più necessario organizzare un Diversity Day.


Per rimanere sempre aggiornato con i nuovi articoli e le news, seguici anche su Facebook e Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *